Hindu

Il matrimonio indiano

Il matrimonio indiano non è solo l’unione della coppia, ma anche di due famiglie; i partecipanti sono sempre numerosissimi e i festeggiamenti si articolano su più giornate, ognuna dedicata ad una celebrazione per accompagnare la coppia al loro giorno più importante. Il rito è molto complesso e può variare in base al ceppo religioso.

Riti tradizionali della cerimonia indiana

La prima di queste cerimonie è il “Misri”, che si svolge diversi giorni prima del giorno delle nozze, e prende il nome dai cristalli di zucchero che i genitori dello sposo portano alla sposa assieme ad altri doni, per augurare la dolcezza nel futuro della coppia.

Uno o due giorni prima delle nozze viene celebrata la cerimonia tutta femminile del Mehendi, durante la quale le ragazze – in particolare la sposa – decorano le mani e i piedi con tatuaggi henna dalle linee fini e leggere. I disegni indicano il profondo legame tra marito e moglie.

Spesso la cerimonia Mehendi è combinata con Sagri, in cui i membri femminili della famiglia dello sposo portano regali e fiori alla sposa. Nella sera dello stesso giorno prende luogo il rituale del Sangeet, dedicato completamente al divertimento e alla socializzazione da parte delle due famiglie. Lo scopo finale è proprio quello di celebrare e circondare di gioia e felicità la futura coppia, con danze tipiche e balli che si protraggono fino a tarda notte.

La mattina del matrimonio, gli sposi fanno due piccole ed intime cerimonie, durante le quali la sposa viene adornata da braccialetti colorati bianchi e rossi – choora – che dovrà indossare per 40 giorni.

La cerimonia nuziale si svolge sotto il mandap, un baldacchino di quattro pilastri, che lo sposo raggiunge seguendo la tradizione del “Baraat” che tradizionalmente prevederebbe l’arrivo dello sposo su un cavallo o un elefante. La lunga processione include molti canti e danze. Questo dimostra la felicità dello sposo e della sua famiglia nell’accettare la nuova sposa.

La sposa arriva invece accompagnata dal padre e, al suo arrivo, un telo bianco divide la coppia. Questo viene tolto quando i futuri sposi si scambiano delle ghirlande floreali, per dimostrare che entrambi approvano questa unione. A questo punto del rito, il padre della sposa mette la mano di sua figlia in quella mano dello sposo, affidando ufficialmente la figlia allo sposo.

Segue poi il rituale del tenersi per mano, come simbolo della prossima unione matrimoniale, in cui lo sposo accetta la sua sposa e promette a lei e ai suoi genitori che proteggerà e si prenderà cura di sua moglie per tutta la vita.

Viene poi il momento del Saptapadi: la coppia gira per sette volte intorno al sacro fuoco, che è considerato un testimone dei voti fatti dagli sposi, mentre promettono di sostenersi a vicenda e vivere felici insieme. In alcune regioni, un capo di abbigliamento indossato dalla sposa e dallo sposo sono legati insieme per questa cerimonia. Ogni passaggio rappresenta un voto coniugale, una promessa di impegnarsi a vicenda e di prendersi cura l’uno dell’altro. Dal punto di vista di diritto, In India, nessun matrimonio indù è vincolante e completo prima della settima fase del rito Saptapadi in presenza del fuoco, della sposa e dello sposo insieme.

Matrimonio indiano in Italia

Sono sempre di più le coppie indiane che scelgono il Bel Paese per celebrare il loro matrimonio per l’intero weekend o per più giorni! In queste occasioni avviene un incontro affascinante tra le due culture, combinando l’atmosfera romantica italiana con il tradizionale matrimonio indiano.

Proprio perché i riti si articolano su più giornate, consigliamo sempre alle coppie di approfittare della vasta scelta di location che offre il nostro paese: castelli, ville, giardini, borghi medievali e molte altre tipologie sapranno caratterizzare al meglio ogni giornata per stupire tutti gli ospiti.

Gli ampi spazi all’aperto di molte strutture permettono di ospitare anche più di 300 ospiti, dove prendono vita le magnifiche scenografie e decorazioni floreali con colori vibranti che maggiormente rispecchiano queste celebrazioni! Un altro aspetto da curare con particolare attenzione è quello dell’illuminazione, allestita con candele e ceri profumati, alternati a lanterne ornamentali.

L’Italia è un paese noto per la sua cucina, quindi, naturalmente, ci sono innumerevoli aziende di catering che possono prendersi cura di un menu tipico e locale, che consigliamo per la cena di benvenuto. Tuttavia, molte coppie per il ricevimento di nozze richiedono piatti saporiti e tradizionali dall’India. Per un menu tradizionale indiano, consigliamo vivamente di organizzare matrimoni sul Lago di Como o in Toscana, che sono le regioni che offrono una varietà più ampia di scelte.

Cerimonia hindu a Firenze

Abbiamo avuto il piacere ed il privilegio di assaporare la cultura indiana organizzando alcuni splendidi matrimoni hindu a Firenze.

I colori ed i riti tanto diversi da quelli occidentali, ci hanno affascinato e lasciato un ricordo indelebile di ogni giornata.

La storia di Ambika & Rahul

Scoprite cosa possiamo creare per voi

Insieme saremo in grado di organizzare il vostro matrimonio su misura, contattateci!

Contatti

Alcuni dei nostri matrimoni